PARTENZE DA GENNAIO A DICEMBRE 2016

TOUR MESSICO IN AUTO
12 GIORNI / 11 NOTTI
PARTENZE GIORNALIERE

ITINERARIO DI VIAGGIO

  • 1° GIORNO: CANCUN

Arrivo, ritiro dell’auto e trasferimento libero in hotel.

  • 2° GIORNO: CANCUN – TULUM – FELIPE CARILLO PUERTO – CHETUMAL

Prima colazione. Raggiungete Tulum, affacciata sul Mar dei Carabi, principale porto nel periodo post-classico. Proseguite per Felipe Carillo Puerto conosciuta anche come Chan Santa Cruz.
Al tempo della “guerra delle caste” tra Maya e Bianchi, nel 1847, gli indigeni furono respinti dalle truppe messicane e si raggrupparono intorno ad un Cenote nella giungla. Qui avvenne un miracolo: una croce parlò agli indigeni.
Affascinati dall’oracolo che prometteva la vittoria, gli indigeni resistettero con vigore respingendo i loro nemici per parecchi anni. Alla fine del secolo, affievoliti dalle epidemie e privi di armi divennero un facile preda per le truppe federali.
Nel 1901 quest’ultimi occupano Chan Santa Cruz. Dopo mezzo secolo di indipendenza le terre divennero territorio federale sotto il controllo militare. Dirigetevi a Chetumal, dove è previsto il pernottamento. Lungo la strada prevedete una deviazione al Cenote Azul, una magnifica grotta dove è anche possibile fare il bagno.

  • 3° GIORNO: CHETUMAL – KOHUNLICH – BECAN – CHICANNÀ

Prima colazione. Raggiungete Kohunlich, uno dei principali centri per la produzione dell’olio di palma. Sei magnifici volti antropomorfi lungo le scale del Tempio delle maschere solari, rappresentazione di Kinich Ahau, il re-astro dalla forma zoomorfa di serpente celeste e giaguaro dell’inframondo, sono la principale attrazione di questo sito archeologico. Proseguite per Chicannà prevedendo una breve sosta a Becan, che nel periodo di massimo splendore era protetta da un fossato di 2 km di lunghezza attraversato da 7 ponti. Caratteristici sono gli edifici bassi e di forma allungata, adornati da una porta a forma di bocca di serpente. La facciata del tempio di Chicannà è una magnifica rappresentazione del culto del serpente: la porta è una maschera gigante dove la gola di un grande serpente si apre pronta a prendere le offerte.

  • 4° GIORNO: CHICANNÀ – ALAKMUL – PALENQUE

Prima colazione. Iniziate la giornata con la visita di Calakmul che si raggiunge camminando per più di un’ora all’interno di una delle più importanti riserve naturali protette del Paese. È considerata la più grande città del Mesoamerica e vanta 6750 strutture, 115 steli e il maggior numero di maschere funerarie in giada. La tomba reale di Yuknom Yich’ak’k’ak «Artigli del giaguaro» rimane attualmente la più grande e antica base piramidale delle basse terre centrali. Proseguite per Palenque, nel cuore della giungla del Chiapas. La città rappresentava un alto luogo di culto e si estendeva per circa 65 km2. Visitate Il Tempio delle Iscrizioni, che racchiude una delle rare cripte scoperte all’interno di una piramide in Messico. Nella tomba di Pakal, capo Maya del VI secolo, sono stati trovati gioielli, maschere e ornamenti in giada.

  • 5° GIORNO: PALENQUE – AGUA AZUL – SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS

Prima colazione. Raggiungete le cascate di Agua Azul che con le loro vorticose acque cristalline sono uno spettacolo naturale imperdibile. Proseguite per San Cristobal de Las Casas, incantevole città coloniale fondata nel 1528 dal Capitano Diego de Mazariegos e circondata da foreste di pini.

  • 6° GIORNO: SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS

Prima colazione. Visitate il coloratissimo mercato di San Cristobal frequentato dagli abitanti dei dintorni. Spostatevi a San Juan Chamula, abitato dai Tzotziles, una delle etnie più importanti del Messico che dispone di un’organizzazione e di una gerarchia indipendenti. Non perdete la Chiesa di San Juan, importante centro di culto dove le celebrazioni sono un mix di cattolicesimo e riti pre-colombiani. Prima di rientrare a San Cristobal de Las Casas è d’obbligo una sosta a San Lorenzo di Zinancantan, più moderno di San Juan Chamula ma altrettanto affascinante.

  • 7° GIORNO: SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS – VILLAHERMOSA

Prima colazione. Raggiungete Chiapa de Corzo per effettuare un’escursione in barca al Canyon del Sumidero
(gruppi di 10 persone). Proseguite per Villahermosa adagiata sulle rive del fiume Grijalba che, a causa del petrolio estratto nel Golfo del Messico, è una città industriale senza grande attrattive.

  • 8° GIORNO: VILLAHERMOSA – SABANCUY – CAMPECHE

Prima colazione. Iniziate la giornata visitando il museo di La Venta, dedicato alla civiltà Olmeca e immerso nella lussureggiante vegetazione tropicale. Terminata la visita spostatevi a Sabancuy dove potrete pranzare e fare un bagno. Proseguite costeggiando l’Oceano fino a Champoton poi raggiungete Campeche, la più antica città spagnola della penisola dello Yucatan. Capitale dell’omonimo Stato, è ricca di bellissimi edifici coloniali dai toni pastello ed è circondata da fortini che la proteggevano dall’attacco dei pirati. La sera è possibile fare il giro della mura illuminate
a bordo di un piccolo treno.

  • 9° GIORNO: CAMPECHE – UXMAL – MERIDA

Prima colazione. Godetevi una passeggiata per le vie del centro storico prima di spostarvi a Uxmal sito archeologico dalle eccezionali architetture caratterizzate dalla fine lavorazione della pietra, che ebbe il suo massimo splendore intorno all’anno 600. Non perdete il Tempio dell’indovino, il Quadrilatero delle Monache, il campo del gioco della pelota, la Casa delle Tartarughe e il Palazzo del Governo. Dalla cima della Grande Piramide è possibile ammirare un panorama davvero eccezionale.

  • 10° GIORNO: MERIDA – CHICHEN ITZA

Prima colazione. Partite per Chichen Itza, «l’entrata del pozzo e degli stregoni» che, seppur risalente all’epoca Maya Classica, mescola stili architettonici di due periodi storici distinti. Non perdete il magnifico campo del gioco della pelota, il tempio delle Mille Colonne e il mercato e il cenote, dove avvenivano i sacrifici umani. È inoltre possibile assistere allo spettacolo Suoni e Luci (dalle 20.00 alle 21.00), incluso nel prezzo del biglietto.

  • 11° GIORNO: CHICHEN ITZA – VALLADOLID – CANCUN

Prima colazione. Potete iniziare la giornata con una passeggiata a cavallo nella zona della vecchia Chichen (prenotazione obbligatoria c/o hotel Mayaland) o proseguire per Valladolid. Lungo la strada è d’obbligo una sosta al Cenote di X-Keken, la grotta dall’acqua turchese illuminata da un raggio di luce che filtra dalla volta. Una volta in città non dimenticate di visitare la Chiesa di San Gervaso e il convento di San Bernardino, entrambi risalenti all’epoca coloniale. Proseguite per Cancun, rinomata stazione balneare  fin dal 1967. Cancun e la riviera Maya vi sedurranno con le affascinanti spiagge di sabbia dorata circondate da oasi marine e da una natura rigogliosa. Un paradiso per chi ama fare escursioni in barca o praticare diving, windsurf e altri sport acquatici.

  • 12° GIORNO: CANCUN

Rilascio dell’auto all’aeroporto di Cancun, partenza.

LA QUOTA INCLUDE:

Tariffe aeree nazionali/ internazionali; Quota d’iscrizione e assicurazione medico/ bagaglio € 60; Assicurazione annullamento facoltativa 3%; I pasti, le bevande, gli extra in genere, le mance e tutto quanto non espressamente indicato nel programma; Spese personali come lavanderia, telefonate, escursioni facoltative.

image_pdfimage_print